1a Edizione del Concorso Mosaico artistico assistenziale 2015 Elenco vincitori e premiati

 In questa 1a edizione del concorso la prima posizione è rimasta vacante; sono invece state aggiunti 4 premi di incoraggiamento. Comprese quelle ricevute dall’estero, sono pergiunte 127 opere, tra le quali abbiamo scelto i vincitori e i premiati come sotto elencato. Anche tra le opere non selezionate, sono molte quelle che ci hanno colpito profondamente, rivelandoci espressioni ardenti di passione. Noi della giuria cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti, nonché coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo concorso.

Organizzazione no profit “Eco Mosaic”

Il Presidente Takaaki Hashida

Opere vincitrici
Secondo posto: Yu Kaida
Terzo posto: Masahiro Horie
Premio di incoraggiamento: Ruka Eguchi
Premio di incoraggiamento: Michael Falcone (Italia)
Premio di incoraggiamento: Atsuko Nuri
Premio di incoraggiamento: Masahiro Suzuki

A seconda dei premi, ai vincitori verrano distribuiti degli attestati, dei piccoli mosaici ricordo, o dei premi in denaro.
Noi di “Eco Mosaic” stiamo al momento realizzando in mosaico le prime 3 opere vincitrici; provvederemo a presentarle su questo stesso sito non appena ultimate.

2a Edizione del Concorso Mosaico artistico assistenziale

L’avvio della 2a edizione del concorso è previsto per settembre 2016. Al momento siamo impegnati in attività di sostegno delle zone danneggiate dal terremoto di Kumamoto e Oita. Forniremo nuove indicazioni sulla 2a edizione del concorso a partire da settembre.

1ªEdizione del Concorso Mosaico artistico assistenziale 2015
Bando di partecipazione

  L'organizzazione non profit "Eco Mosaic" si occupa di insegnare - all'interno di strutture adeguate quali istituti speciali e laboratori assistenziali - le tecniche manifatturiere per la realizzazione di mosaici a persone diversamente abili con disabilità mentale o psichica, diffondendo le opere da essi prodotte attraverso interventi edili di decorazione di spazi quali strade, parchi, pareti e pavimentazioni, contribuendo in tal modo allo sviluppo del potenziale dei suddetti individui e sostenendone l'autonomia e la partecipazione a livello sociale.
   Fin dalla fondazione, avvenuta nel 1999, raccogliamo dai cantieri il materiale edile in eccesso o di scarto quali pietre e piastrelle, lo frammentiamo in piccole parti, e lo riutilizziamo nella creazione di numerosi "eco mosaici". Al momento, in Giappone, sono 19 i laboratori assistenziali e gli istituti speciali che si occupano di tale attività; le installazioni dei mosaici, invece, sono state più di 240 in tutto il paese, e hanno ricevuto numerose lodi per essersi dimostrate apripista dell'assistenza sociale nel contesto dell'edilizia sia pubblica che privata, nonché contributo alla realizzazione di una città dove la mano creativa dell'uomo risulta maggiormente presente.

   Questa prima edizione del Concorso Mosaico artistico assistenziale si propone di coinvolgere individui diversamente abili fin dal primo stadio creativo, ovvero il disegno, attraverso la raccolta di disegni originali da essi elaborati, e ha come scopo il riconoscimento della profonda sensibilità che contraddistingue queste persone, riconoscimento che riteniamo essere il primo passo verso una maggiore integrazione in vista di una convivenza sociale più armonica.

  Di seguito, sono riportate le linee guida del concorso per la raccolta di disegni realizzati da persone diversamente abili:

  1. Sono ammesse al concorso soltanto le opere inedite realizzate da persone con disabilità mentale o psichica che siano inoltre in possesso di un regolare certificato o attestazione.
       Il tema è libero.
       La valutazione delle opere avverrà in due fasi distinte. Le opere, da realizzare su foglio bianco di formato A3 (la scelta della qualità della carta è libera), dovranno dapprima essere inviate sotto forma di fotocopia a colori (n.1 copia) per una prima valutazione. Per la seconda valutazione, invece, chiederemo in un secondo momento che venga inviata l'opera originale.

       I lavori premiati verranno utilizzati come base per la realizzazione di un mosaico che andrà ad abbellire pareti, pavimenti o strade cittadine.
  2. Data di scadenza del concorso: 18 dicembre 2015
  3. I membri della giuria decideranno l'assegnazione dei premi sotto indicati.
         Non è inoltre previsto alcun commento relativo alle singole opere, comprese quelle che saranno ritenute vincitrici.

    Primo premio:  Attestato, piccolo mosaico ricordo, premio in denaro di 100.000 yen
    Secondo premio:  Attestato, piccolo mosaico ricordo, premio in denaro di 30.000 yen
    Terzo premio:  Attestato, piccolo mosaico ricordo, premio in denaro di 20.000 yen    

Membri della giuria:
Takaaki Hashida

Presidente dell'Associazione "Eco Mosaic" (Architetto, Dottore in ingegneria; dottorato di laurea conseguito presso l'Università di Edimburgo)            

Shinya Morioka

Scultore, maestro dell'Associazione del Mosaico (titolo di dottorato conseguito presso l'Università delle Arti di Tokyo)

Junno Wada

Membro del Consiglio Direttivo di "Eco Mosaic", maestro dell'Associazione del Mosaico (laureato presso l'Università delle Arti di Tokyo)

Kumiko Sumino Presidente della ditta "Mosaico Giapponese"
Diego Martina

Yamatologo (laureato presso l'Università di Roma "Sapienza", borsista presso l'Università delle lingue straniere di Tokyo e  presso l'Università di Tokyo)

  1. I partecipanti dovranno obbligatoriamente allegare il verbale o certificato di disabilità mentale o psichica (o altro documento equipollente) in cui è specificato domicilio, nome e cognome, sesso e data di nascita del candidato. Le opere che giungeranno prive di tale documentazione verranno escluse dal concorso.

  2.  candidati che vorranno allegare un commento alla propria opera potranno farlo, purché non superino le 150 parole. Tale commento, tuttavia, non sarà preso in considerazione all'atto della valutazione finale della giuria.

  3.  Le fotocopie a colori delle opere inviate per la prima valutazione non verranno restituite. Al termine della prima valutazione verranno selezionate 10 opere; ai dieci autori selezionati chiederemo poi di inviare gli originali al fine della seconda e ultima valutazione. Le 3 opere che saranno premiate come vincitrici diventeranno di proprietà di questa Associazione, assieme ai diritti d'autore delle medesime. Le opere che, al termine della seconda valutazione, non verranno premiate, saranno invece restituite agli autori a mezzo postale.

  4. In seguito, questa Associazione proporrà le opere vincitrici a chi avanzerà presso di noi la richiesta per la realizzazione di un mosaico. Tuttavia, è bene tenere presente che, nel realizzare lo stesso, verranno utilizzate pietre, piastrelle etc. che presenteranno inevitabilmente delle differenze di colore e qualità del materiale rispetto al disegno originale, e che pertanto l'aspetto finale risulterà differente da quello dell'opera originale. Chiediamo dunque si prenda coscienza del fatto che, a causa dell'ingrandimento e dell'adattamento alla parete dell'opera, nonché a causa dell'assemblaggio in un unico mosaico delle singole parti realizzate da persone diverse, il risultato ottenuto potrebbe non corrispondere a una fedelissima riproduzione del soggetto iniziale. Inoltre, su richiesta di chi commissionerà il mosaico, o per esigenze di budget della nostra Associazione, vi è la possibilità che una par